Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
onicofagia: come smettere di mangiare le unghie

La cattiva abitudine di mangiarsi le unghie viene detta onicofagia, ma quali sono in realtà le cause di questo disturbo e cosa fare per eliminarlo?

Ecco tutto ciò che c’è da sapere sull’onicofagia, sulle cause e quali sono i rimedi per smettere di mangiare le unghie.


Cos’è l’onicofagia


L’onicofagia consiste nella mania di mangiarsi continuamente le unghie, abitudine che si manifesta non solo nei momenti di stress o eccitazione, ma anche nei momenti di inattività e noia. Il vizio rientra in quei comportamenti cosiddetti compulsivi, che rivelano nervosismo e disagio nel soggetto, e incapacità di controllarlo. Mangiarsi le unghie rappresenta quindi uno sfogo al quale si ricorre quasi senza esserne consapevoli.


Cause dell’onicofagia


All’origine dell’onicofagia quasi sempre vi sono ragioni di carattere psicologico, che si manifesta principalmente nei periodi di stanchezza e stress. Il disturbo può anche essere causato da un eccessivo stato di ansia, oppure da un profondo disagio, che portano l’onicofago a mordere le cuticole e i tessuti intorno alla lamina ungueale ripetutamente e in modo compulsivo.

I disagi possono derivare da un ambiente familiare caratterizzato da incomprensioni e litigi, oppure dal non essere in grado di gestire la propria ansia. Anche l’inattività può portare all’onicofagia, e sono in tanti a mangiare le unghie mentre guardano la tv o sono al telefono. Tuttavia, cercare la causa reale di questa abitudine spesso è difficile, e a volte risale all’infanzia e il disturbo dell’onicofagia è solamente conseguenza di una cattiva abitudine che si è protratta negli anni.

Vedi le offerte su Amazon

Ultimo aggiornamento il 18 Settembre 2020 13:19


Consigli per smettere di mangiare le unghie


E’ importante sottolineare che l’onicofagia può provocare sanguinamento e dolore del letto ungueale, ma può anche avere ripercussioni sulla salute. Possono infatti diffondersi infezioni alla bocca, possono esserci danni ai denti e alle gengive, e ingerire residui ungueali può causare anche disturbi allo stomaco. Ecco quindi alcuni consigli per smettere di mangiare le unghie:


Prendere coscienza del problema

La prima cosa da fare è quella di individuare le cause dell’onicofagia e prendere delle decisioni in merito per risolverle. Ci si può fare aiutare da uno psicologo oppure si può decidere di cambiare abitudini e impegnarsi ad usare le mani per fare altro.


Mettere delle unghie finte

Mettere delle unghie finte può essere una valida soluzione per impedire di mangiare quelle naturali e quindi consentire loro di crescere.


Curare le unghie

Avere cura delle unghie spinge a mantenerle belle e perfette e può costituire un valido motivo per impedire di mangiarle.


Rimedi validi a cui ricorrere


Altri rimedi validi a cui ricorrere per evitare di mangiarsi le unghie sono i seguenti:

1. Mettere guanti o cerotti: indossare dei guanti oppure applicare dei cerotti sono rimedi validi ed efficaci per impedire di portare le mani alla bocca

2. Gomma da masticare: masticare una chewing-gum distrae dal mangiare le unghie. Preferire quelle senza zucchero per evitare di assumere troppe calorie

3. Applicare uno smalto amaro: è un buon consiglio per smettere di mangiare le unghie. Lo smalto è realizzato con un composto chimico sgradevole chiamato denatonio benzoato e scoraggia chi intende mordere le unghie.

Vedi le offerte su Amazon

Ultimo aggiornamento il 18 Settembre 2020 13:19

Share this article

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.